Come funziona Contenuti Per gli scettici Bibliografia Risorse Richiedi il libro Forum Contatti Home page
 

Risorse

Aspetti fisiologici del rilassamento muscolare
FAQ n.52 Power Vision System-
Vorrei rivolgere una domanda a chi è particolarmente esperto
degli aspetti fisiologici del metodo Bates (non ho trovato l'argomento discusso su alcuno dei testi da me letti e
dunque non mi sorprenderei se nessuno potesse darmi una
risposta esauriente).




Vorrei sapere se i muscoli che esercitano tensioni sul glogo
oculare sono sensibili alla propriocezione, in altre parole
se possiamo essere consapevoli di queste tensioni così come
lo siamo delle tensioni nella nostra mano quando la
chiudiamo a pugno.




La ragione della domanda è che a me capita di essere
consapevole di queste tensioni durante la giornata, ma esse
si dissolvono con un buon palming palming.
Ma dopo il palming, anche se noto un miglioramento, non
potrei dire che la mia vista è perfetta.




Ciò significa che o ci sono tensioni fisiche che comunque
sfuggono alla nostra sensibilità, o che alla fine del
"palming", anche se tutte le tensioni muscolari sono
rilasciate, la vista perfetta è ostacolata da fattori
mentali. Anche in presenza di una perfetta incidenza dei
raggi di luce sulla retina.



- Risponde David De Angelis
ogni tensione muscolare ripetuta nel tempo, porta alla "somatizzazione" della tensione stessa nella propria "armatura caratteriale". Questo significa che ogni tensione emotiva porta ad una subrisposta di natura fisica in tensioni muscolari o alterazioni fisiologiche a carico dei vari sistemi e organi del corpo. A livello emozionale, la volontà inconscia di NON vedere se stessi ed il mondo nella loro propria realtà e nitidezza, o il desiderio di non vedere qualcuno o qualcosa, porta a tensione mentale.

Questo si riflette poi a livello fisico con una tensione muscolare localizzata a carico dei muscoli estrinseci oculari e ad una tensione psicofisiologica a carico del sistema nervoso. La tensione si riflette poi anche a livello del muscolo ciliare (muscolo liscio), il cui stato di tensione è collegato a fenomeni di rilassamento neurovegetativi.

Le tensioni muscolari cronicizzate tendono quindi a diventare parte del proprio "normale" stato di essere: questo è il motivo per il quale non ce ne accorgiamo. E' come portare uno zaino sulle spalle e non rendersi più conto di essere gravati da un simile peso. Questo è il motivo per il quale risolvere gli stati di tensione cronica dei muscoli, porta ad uno sblocco a livello emotivo (e viceversa): questo porta ad un notevole aumento dello stato vitale del soggetto, il quale si sente più libero di "fluire" nel suo modo di essere, sentire e percepire.

Tu scrivi: "dopo il palming, anche se noto un miglioramento, non potrei dire che la mia vista è perfetta". Questo è normale: come ho approfonditamente spiegato nel mio libro "Come sono guarito dalla miopia" (che ti consiglio vivamente di studiare se vuoi approfondire l'argomento), le tensioni fisiologiche a carico dei muscoli NON possono essere risolte solamente con un approccio di rilassamento: ciò andrebbe contro le regole della riabilitazione muscolare e la stessa fisiologia del muscolo striato (come sono appunto i muscoli extraoculari).

Tensioni croniche presuppongono squilibri a carico della forza, flessibilità e coordinazione dei muscoli stessi: questo si ripercuote negativamente sulla capacità di fissazione centrale e di vibrazione saccadica. Risultato: visione sfuocata, facile affaticabilità degli occhi e tensione mentale (e viceversa).

Un corretto approccio al rilassamento deve prevedere una RIABILITAZIONE di tutte le componenti fisiologiche sopra enunciate a carico dei muscoli colpiti.

Rilassare un muscolo atrofizzato e compromesso dal punto di vista muscolare è come riabilitare una gamba ingessata facendo rilassamento... non ci si stupisca se poi i risultati siano del tutto assenti o poco percepibili.
Se vuoi essere cosciente delel tensioni muscolari subdole degli occhi, ed in genere del corpo, contrai volontariamente la sezione muscolare (es: gli occhi), e poi abbandonati al rilassamento.
Questo è il motivo del movimento CRB (contrazione, rilassamento, battito delle palpebre, come ho spiegato del suddetto libro).

Per i "fondamentalisti Bates" che non credono a questo approccio "attivo" al rilassamento, posso solo dire che la stessa Bioenergetica di Lowen e tecniche di rilassamento muscolare come lo stretching PNF (facilitazione propriocettiva neuromuscolare) e CRAC (contrazione, rilassamento, contrazione dell'antagonista) prevedono una fase attiva di contrazione ed impegno a carico dei muscoli, proprio per cercare un maggiore RILASSAMENTO muscolare.


Torna all'indice
www.powervisionsystem.com Created by Aser srl