Come funziona Contenuti Per gli scettici Bibliografia Risorse Richiedi il libro Forum Contatti Home page
 

Risorse

Caso di Successo PVSystem n.3 -Note su Presbiopia
Caso di Successo n.3 PVSystem - Recupero di 0.50 diottrie in due mesi - Note su Presbiopia




Carissimo De Angelis,


ho scoperto il tuo libro cercando, in Internet, approfondimenti sulla
miopia. In breve, ho eseguito gli esercizi indicati e nel giro di due
mesi ho recuperato uno 0.50. Sono miope solo all'occhio sinistro, un mese fa stava a - 1.50, prima di iniziare gli esercizi era - 2.00.
Sto continuando e sono molto soddisfatta. Ora dovrò acquistare
lenti positive perché... non mi basta la lunghezza delle braccia (per mettere a fuoco il testo dureante gli allenamenti al Defocus retinico).




L'occhio destro è solo leggermente presbite, circa 0.50 ma dovrei ricontrollare, dunque lo bendo quando pratico il defocus. La domanda è: riuscirò a curare anche la presbiopia? Ho letto che si può intervenire sull'ipermetropia ma non è chiaro, dal libro, se anche la presbiopia (che non so perché sopraggiunge ad una certa età -ho 46 anni-) può essere trattata. Se la risposta è affermativa, in che modo? Procedendo come per l'ipermetropia? Eventualmente come praticare il defocus?




Un giorno lavoro con il miope e il giorno dopo con il presbite oppure mi consigli un altro procedimento? Tra l'altro ho notato che lavorando con l'occhio Sin miope, comincia a sfuocare
leggermente se metto la pagina scritta molto vicino; secondo me sono presbite anche su questo ma data la miopia non dava fastidio. Ora che questa sta migliorando affiora la presbiopia.




La mia gratitudine per questo libro è.... incontenibile!! Sono
felice per tutti quelli che ne potranno usufruire.
Grazie per quanto hai fatto per tutti!!


Ti abbraccio, Marinella




(La presente testimonianza è riportata dal Forum dedicato al Sistema Power Vision, consultabile qui http://www.powervisionforum.com)



- Risponde David De Angelis
Cara Marinella, ti ringrazio per la tua testimonianza. Ogni testimonianza di successo della Riabilitazione visiva aiuta a rompere la credenza di totale impotenza nei confronti della prevenzione e curabilità dei difetti di refrazione. Ringrazio te e tutti coloro che sono FORTEMENTE MOTIVATI a mettere il sistema nella PRATICA.
Troppi leggono ma, purtroppo, pochi PRATICANO. E lo ripeto fino alla nausea: solo la pratica porta ai RISULTATI.

Nel mio libro mi sono limitato ad esaminare in dettaglio la miopia in quanto questo era il mio difetto iniziale. Una volta che conosci come funziona e si ADATTA l'occhio ed il suo grado di refrazione ai vari stimoli indotti, puoi anche capire o intuire come curare gli altri tipi di difetti funzionali di refrazione.

Nel tuo caso specifico: hai fatto bene ad allenare l'occhio miope tenendo bendato l'altro presbite.

Lavorando con il defocus miopico (con o senza lenti positive, questo dipende dall'entità del tuo difetto), altro non fai che allontanare il cosiddetto PUNTO REMOTO che nelle miopie si avvicina sempre di più, rendendo la visione da lontano sfuocata.

Nel caso della Presbiopia, dove hai un problema anche al livello del punto PROSSIMO (il punto minimo dove riesci a mettere a fuoco e che diventa sempre più lontano), dovresti provare a mettere a fuoco SIA a distanze sempre minori (mettendo a fuoco il testo con il movimento CRB, con o senza lenti NEGATIVE), sia a distanze sempre maggiori (con o senza lenti POSITIVE).

Nella presbiopia, dove il punto prossimo ed il punto remoto tendono progressivamente ad avvicinarsi, diminuendo di conseguenza la "profondità di campo", dovresti lavorare in tutti e due i sensi.

Il tuo è un caso particolare ma, ne sono SICURO, data la tua forte MOTIVAZIONE ed il tuo grado di comprensione delle dinamiche dell'occhio, riuscirai ad ottenere OTTIMI risultati in termini di potenziamento dell'aiutà visiva.
Per favore tienici aggiornati.
Un caro saluto.


Torna all'indice
www.powervisionsystem.com Created by Aser srl