Come funziona Contenuti Per gli scettici Bibliografia Risorse Richiedi il libro Forum Contatti Home page
 

Risorse

Caso di Successo PVSystem n. 6 -Un medico racconta
Caso di successo PVSystem n. 6: un medico racconta – 1,50 diottrie recuperate in 5 mesi di training visivo PVS




Spettabile dr De Angelis, nel giugno del 2004, attratto ed incuriosito dal titolo del suo libro” Come sono guarito dalla miopia”, ma assolutamente scettico e dubbioso sulla applicabilità dei contenuti, dopo una rapida lettura dei contenuti dei paragrafi, l’ho acquistato in una libreria “alternativa“ della mia città piemontese.




Nella lettura sono stato immediatamente smentito, per lo meno sui principi contenuti, relativamente agli elementi fisiopatologici dello sviluppo ed evoluzione della miopia.




In effetti sconvolgevano quello che anche a livello di studio medico universitario era dato come un dogma: la inevitabile evoluzione peggiorativa della miopia.




Sperando di non abusare della sua pazienza , vorrei farle una regressione e premessa necessaria sulla mia storia di miope.




Sono miope dall’età di 12 anni, e come tutti i miopi ho avuto un lento ma progressivo peggioramento della miopia, parallelamente all’aumento del potere diottrico delle mie lenti, fino a stabilizzarmi a 18 anni ad un valore di potere diottrico delle lenti di -5.50 per occhio.




Tali lenti sono state mantenute invariate, ma a volte quasi insufficienti nel periodo degli studi universitari di medicina dove le ore di studio non infrequentemente superavano le 12 al giorno e molte lezioni venivano effettuate in aule scure, con utilizzo di diapositive.




Durante il periodo del successivo servizio militare, prestato all’ospedale militare di Torino, conseguentemente alla caduta improvvisa delle ore passate sui libri (praticamente azzerate), notai un apparente miglioramento soggettivo del visus, confermato da un collega medico che si occupava di prescrizione lenti (pur non essendo oculista), il quale con mia grande gioia, mi informò che il mio deficit era calato a - 4,50 per occhio.




L’adozione di lenti relative, assolutamente sufficienti, confermò con la pratica la correttezza della prescrizione e l’effettivo miglioramento visivo.




Ne parlai con alcuni colleghi ed amici specialisti, che interpretarono la cosa come legata ad una pregresso errore in senso iper correttivo delle lenti da me utilizzate, chiudendo così l’argomento.




Non le nascondo che la spiegazione mi convinse e non mi curai più della cosa, contento comunque del mio minimo miglioramento. Era la primavera del 1986.




Nulla è cambiato fino all’anno scorso, estate 2004.Come già premesso, ho acquistato e letto attentamente il suo libro, apprezzandone i principi che partendo da basi comunque razionali, invertivano i dogmi fondamentali, a me ben noti, dello sviluppo e della evoluzione della miopia.




Più per il messaggio di speranza contenuto che per convinzione, ho comunque iniziato ad eseguire esercizi di rinforzo della muscolatura oculare ed esercizi di lettura in condizioni di lieve sfuocamento, con tempistica e durata assolutamente incostante ed irregolare .




Dopo circa tre mesi ho iniziato ad avvertire la sensazione di miglioramento visivo, o per lo meno ho iniziato ad avvertire che le lenti in uso abituale (-4.50 d) utilizzate senza difficoltà negli ultimi 18 anni, erano divenute come fastidiose ed irritanti.




Un controllo visivo effettuato presso un ottico amico evidenziò, nel gennaio 2005, un visus corretto con lenti di -3.0 diottrie.




Ho consultato successivamente il mio amico e collega oculista, che aveva confermato le lenti precedenti ad un controllo del visus dell’anno precedente (settembre 2003) , informandolo delle esercitazioni da me fatte, dopo la lettura del libro.




E’ naturalmente rimasto stupito ed incredulo, non vedendo comunque alternative all’ altrimenti non giustificabile miglioramento.




Per concludere, con la presente lettera, volevo ringraziarla per il suo libro e le informazioni contenute.




Lettera invita in email, con nome e cognome i quali, per motivi di privacy non sono qui pubblicati, anche considerata la materia trattata e l’appartenenza dello scrivente all’ordine dei medici.





Torna all'indice
www.powervisionsystem.com Created by Aser srl