Come funziona Contenuti Per gli scettici Bibliografia Risorse Richiedi il libro Forum Contatti Home page
 

Risorse

Caso di Successo PVSystem n.8 -Un lettore racconta
Caso di Successo PVSystem n. 8 – La forza e la fiducia di un lettore…




Ciao David, racconto volentieri la mia esperienza.


Ho incominciato ad essere miope all'età di 12 anni, con -0,75 circa per occhio. Fin dai primi occhiali mi sono accorto che qualcosa non andava. Mi ricordo una visione nitida sì, ma quasi deformata. Poi l'adattamento e dopo pochi mesi nuovi occhiali. Così di cambio in cambio fino a 28 anni, quando, oltre la miopia di -3 per occhio mi viene diagnosticato anche l'astigmatismo di 0,5. Ho accettato passivamente la diagnosi sperando di non peggiorare più. Invece, pochi mesi fa mi sono accorto di non vedere bene nuovamente e allora ho incominciato ad interessarmi ai metodi di rieducazione.




Nella palestra di arti marziali che frequento un istruttore mi ha parlato in modo vago del pvs. Ho immediatamente cercato su internet e acquistato il libro. Devo dire che il metodo mi ha convinto subito, in particolare perchè sì fonda su principi nei quali credo fermamente: la capacità del nostro corpo di risolvere i problemi, l'allenamento come terapia, guarire partendo da noi e dall'uso di agenti o protesi esterne. Inoltre mi riconoscevo pienamente nell'iter del miope che, partendo da una miopia bassissima, si ritrova anno dopo anno a peggiorare pur portando i cosiddetti occhiali "correttivi". Riconoscevo in me anche certi difetti di postura e cattive abitudini, anche certi aspetti caratteriali. Per anni mi hanno fatto credere che la miopia fosse un fatto genetico. Probabilmente lo è nella misura in cui ci vengono tramandate le cattive abitudini ed il carattere dei nostri genitori ma sicuramente non lo è come difetto fisico congenito contro il quale non posso fare nulla. Alla rabbia per tanti anni di menzogne è seguita la volontà di cambiare drasticamente registro e così ho incominciato la mia terapia col pvs.




Importantissimo è stato per me il sostegno di tutto il forum www.rieducazionevisiva.com , nel quale ho trovato persone preziose, disponibili ad ascoltare e sempre pronte ad aiutare. Per il primo mese il mio unico risultato è stato quello di riuscire un po' per volta a fare il defocus. Il secondo mese sono riuscito ad avere i miei primi visibili miglioramenti (circa 0,5 diottrie) ed i miei primi lampi di visione nitida. Alla fine del terzo mese, ovvero ora che vi scrivo, ho appena eseguito una visita di controllo ed è risultato un miglioramento di 1 diottria piena e la guarigione totale dall'astigmatismo. Per come ero partito, tra mille difficoltà nel fare il defocus e gli esercizi, questo risultato ha per me del miracoloso. Per comprenderne l'importanza basti pensare che io avevo un difetto di -2 diottrie a 18 anni (15 anni fa!). Il risultato è stato ottenuto impegnandomi costantemente e caparbiamente negli esercizi, che oramai sono per me un'abitudine quotidiana che mi accompagna in tutti i momenti della giornata. Ogni momento è buono per fare il defocus: quando leggo, quando lavoro, quando pratico arti marziali, quando guido, quando guardo la televisione. Non posso che ringraziare David e tutti coloro che, credendo nel sistema mi hanno aiutato e sostenuto.




A tutti coloro che si vogliono avvicinare al metodo posso solo dire: credeteci e impegnatevi più che potete.
Non preoccupatevi se per un certo periodo della vostra vita vedrete sfocato, non preoccupatevi per i mal di testa o gli occhi che bruciano, la stanchezza o l'assenza di risultati per mesi interi. I risultati ci saranno e ne sarà valsa veramente la pena, perchè vi sarete liberati per sempre dalla vostra dipendenza da una protesi e imparerete a credere molto di più in voi stessi. Non vivete il metodo come un impegno ma piuttosto vivetelo come un addestramento quotidiano, quasi uno stile di vita, che può essere perfino divertente ed è comunque istruttivo, e ricco di soddisfazioni.




Massimiliano Scano, Torino





Torna all'indice
www.powervisionsystem.com Created by Aser srl